Sentore di imbroglio

di L'Obbiettivo

Ritornate con la mente al giorno in cui vi hanno detto che Babbo Natale non esiste. Ricordate? Che delusione nel venire a conoscenza che una delle vostre certezze non è mai esistita. Ebbene, che venga dal Polo Nord o dalla Campania, non vi è nessuna differenza. Nessuna. Come reagireste se vi dicessero che per Natale non ci sarà nulla sotto l’albero ad aspettarvi o, con più probabilità, non ci sarà nessun taglio alle pensioni d’oro? Forse, chiediamo troppo al “superuomo” Di Maio? Dove sono finite le sue invettive contro il sistema, i poteri forti, le banche? Quel che è sicuro è che ora, i congiuntivi vengono facilmente riconosciuti dal ministro, ma non vorremmo mai che ad accompagnare il tanto odiato modo verbale ci siano stati anche dei cambiamenti di programma.

Sono tanti gli interrogativi che ci attanagliano. Ci saranno temperature alte quest’estate? Nevicherà a Natale? Il colore dei capelli di Trump, è naturale? Ma uno più di tutti ci impedisce di prendere sonno: verremo presi per l’ennesima volta per i fondelli o arriverà un governo serio, non soltanto intento a chiudere i porti?

Antonio Panetta