I pianeti e le loro posizioni reciproche

di L'Obbiettivo

Bentornati in compagnia di Paola Fox, oggi esamineremo i pianeti secondo un’ottica diversa: le loro posizioni reciproche che, come abbiamo avuto modo di dire in precedenza, corrispondono agli aspetti.

Le relazioni angolari tra i pianeti possono essere armoniche, dinamiche o neutrali e le principali sono: congiunzione, opposizione, quadratura, trigono e sestile.

La congiunzione è un aspetto che si crea quando due pianeti si trovano a distanza angolare compresa tra 0° e 3° ed è generalmente intesa come un aspetto armonico, dipende tuttavia da i pianeti coinvolti: una congiunzione tra due pianeti positivi porterà a benessere e soddisfazione personale, mentre una congiunzione tra un pianeta positivo e uno negativo porta spesso a voglia di cambiamento e insoddisfazione.

L’opposizione si verifica quando due pianeti si trovano in posizione opposta sulla ruota zodiacale, a distanza angolare di 180°. Si tratta generalmente di un aspetto considerato come negativo, ossia disarmonico (o dinamico) per via del conflitto di energie planetarie che vanno in direzioni opposte, ma si tratta anche di un’occasione di scambio reciproco di energie poiché tra segni opposti gli elementi (di cui avremo modo di parlare in seguito) sono armonici.

L’opposizione rappresenta, dunque, una difficoltà (per via delle tensioni tra i pianeti) che se superata permette di raggiungere grandi risultati.

La quadratura è un aspetto che si verifica quando tra due o più pianeti la distanza angolare è pari a 90°. È considerata un aspetto negativo e spesso si esprime sotto forma di desideri e bisogni che spesso si escludono a vicenda (a differenza dell’opposizione si verifica tra segni di elementi disarmonici).

Il trigono è un aspetto tra i più favorevoli e corrisponde ad una distanza angolare di circa 120°. I pianeti in questo caso lavorano in maniera complementare e si esaltano a vicenda, spesso rappresentano i nostri talenti.

Il sestile è un altro aspetto molto favorevole e si verifica ad una distanza angolare di 60°. Si tratta dell’unico aspetto positivo che si verifica con elementi disarmonici, per questa ragione si ritiene che dia una spinta in più al proprio tema natale.

Per comprendere meglio quanto abbiamo detto sarà opportuno parlare di segni, case ed elementi.
Alla settimana prossima, un saluto da Paola Fox!

Paola Napoli