Dal Mondo,  Scienza e Tecnologia

Potenza doppia, prezzo dimezzato

Dopo un mese dall’uscita dei nuovi melafonini con le loro “innovazioni” arriva Huawei a stupire chiunque con effetti speciali. Il 16 ottobre viene presentato il Huawei Mate 20 pro, definito “ineguagliabile”. Infatti la casa di produzione, dopo aver superato Apple per volumi di vendita globali intende raggiungere anche Samsung. Ma cosa ha di speciale questo nuovo modello?

Per prima cosa oltre al dispositivo tridimensionale di riconoscimento facciale presenta anche il touch id o, per meglio dire, un dispositivo di riconoscimento di impronte digitali direttamente sotto il display. Come processore monta il Kirin 980, primo processore al mondo da 7 nanometri, presentato ad agosto (un mese prima della controparte Apple). Con conseguente miglioramento di prestazioni e riduzioni dei consumi. Inoltre, Mate 20 può essere usato per ricaricare un altro smartphone in modalità wireless. Il processore ha a bordo l’intelligenza artificiale, visibile nella tripla fotocamera posteriore sviluppata con la tedesca Leica.

Il Mate 20 pro è dotato sul retro di una grandangolare da 40 megapixel, un’ultra-grandangolare da 20 mp e un teleobiettivo da 8 mp, che con il flash formano un nuovo design quadrato. I sensori consentono di scattare a distanza molto ravvicinata, fino a 2,5 centimetri. Migliora il riconoscimento di oggetti e scenari, e la messa a fuoco delle foto multilayer. Nel notch frontale, insieme ai sensori del 3D Face Unlock con cui accedere anche alle app, c’è invece una fotocamera da 24 megapixel. Non mancano curiosità come la possibilità di scannerizzare con la fotocamera l’immagine 3D di un oggetto, ad esempio un orsacchiotto di peluche, e farne una emoji tridimensionale animata. Inoltre la fotocamera usa il 3D anche per calcolare le calorie nel piatto, con il riconoscimento sia del tipo di cibo, sia della quantità.

La batteria è da 4.200 mAh, si ricarica al 70% in mezz’ora (“è più veloce del 440% rispetto ad iPhone Xs Max”) e ha il wireless reverse charging con cui caricare un altro smartphone. In conclusione il Huawei Mate 20 Pro arriva sul mercato con 6 GB di Ram e 128 GB di memoria interna, espandibile con le nuove e più piccole schede nano SD. Il sistema operativo è Emui 9, basato su Android 9 Pie. Resistente ad acqua e polvere, è disponibile in sei colori, tra cui il verde smeraldo e il blu mezzanotte con un nuovo pattern rigato nella scocca posteriore, cui si aggiungono nero, oro rosa, argento e twilight.

Per il Mate 20 si avrà un prezzo di 799€ per la versione con Ram da 4GB, 849 euro per 6 GB. Il Mate 20 Pro si troverà invece a 1.049€. Infine Huawei ha presentato il Mate 20 X e il Mate in versione Porsche. Il primo con schermo superiore a 7 pollici, 5000 mAh di batteria con joypad attaccabile così da trasformarlo in una console portatile; il secondo con scocca posteriore in pelle, 8 GB di Ram e fino a 512 GB di memoria interna.

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: