Tipi da Instagram: guida alla specie social – Foragabbu

L’autunno avanza, le giornate si fanno uggiose e i pomeriggi deprimenti. La scuola è ormai inevitabilmente entrata nella nostra vita a pieno regime, senza che ce ne rendiamo conto. Tra un libro e l’altro ecco che spunta il nostro cellulare che, illuminato di bei colori, ci propone tante notifiche interessanti. È tramite questo strumento, ormai diventato lo specchio del mondo, insieme ad Instagram, il salone di bellezza del nostro tempo, che raccontiamo (e ci facciamo raccontare) la vita dei pomeriggi color grigio scuola (e non solo). Ecco per voi qualche riflessione sui tipi da Instagram, quest’app che ci fa morire dalla voglia di essere (o apparire) tutti uguali. Prima però vi consigliamo la lettura di quest’articolo così da avere un quadro generale delle diverse specie animali che popolano oggi il web e di seguirci sul nostro profilo Instagram: @lobbiettivo.

  1. INSTANGRAMMER: dopo aver conquistato Facebook e tentato l’approccio a Twitter (troppo complesso per loro), i quarantenni (e più) sul web si accingono ad invadere anche il social giovanile. Buongiorni, madonne, gattini, madonne con gattini, foto di foto sviluppate e recuperate dall’album del – inserire cerimonia religiosa sacramentale – auguri e felicitazioni delle feste correnti e/o anniversari, immagini sfocate di cibi da loro preparati con background di parente che rutta, bicchiere vuoto, tovaglia sporca e molto altro ancora. Tendono solitamente a far notare le proprie creazioni, dall’uncinetto alle torte, passando per le composizioni floreali, ad un più ampio pubblico possibile, credendo che i social network gli possano venire incontro. Sarebbe così se solo non ignorassero totalmente le più banali tecniche per la promozione online e difatti impostano il profilo privato e si fanno seguire solo da parenti ed amici. Foragabbu.
  2. FITNESSOLOGI: questa categoria comprende coloro che hanno un bel fisico per puro caso insieme ai più assidui frequentatori di palestre, fino a quelli che non sono né uno né l’altro ma non lo sanno. Questi individui ci riempiono di petti, coscie e braccia più o meno palestrati e attrezzi ginnici sullo sfondo. Amano tenersi in buona forma ma, ancor di più, amano farlo sapere al mondo. Talvolta ci deliziano con foto di alimenti e bevande per intenditori quali barretta all’ananas potenziato o concentrato di melanzana e uovo alla coque, senza dimenticare i puntuali scatti in bagno o dovunque si trovino purchè siano in tenuta sportiva. Non possono mancare, ovviamente, le prelibate pietanze di cui si nutrono ogni giorno di nascosto ma che vengono pubblicate saltuariamente a mo’ di sgarro e irresistibile quanto sporadica tentazione. Foragabbu.
  3. AMICHI PER SEMPRE: trattiamo ora una cerchia composta prevalentemente da femmine. I loro profili instagram sono pieni di foto decentrate, sfuocate, senza piani e sovresposte in cui possiamo notare (anche se con fatica) due o più individui abbracciati (o talvolta letteralmente concatenati), senza però distinguere nemmeno un dettaglio del volto. Frasi del tipo “ti amo”, “sei la mia persona”, “tvtttttttttttt […] ttb” dominano i commenti dei loro post, per non parlare poi della massima, unica e inimitabile, “sorelle non di sangue ma per scelta”. Gli appartenenti a questa categoria litigano, si tirano i capelli e ti tolgono il saluto se commetti crudeltà e atrocità come: mettere un like alla nemica della migliore amica; postare un selfie con una ragazza che era solo un’amica ma che sembra sia una migliore amica più di quella vera (per finta); rifiutarsi di accompagnare la instagram partner in bagno durante la ricreazione o peggio ancora andarci con qualcun’altra!!1! In verità, talvolta, abbassato lo schermo, le super amiche nemmeno si salutano o si riconoscono. Una sottocategoria degli amici magici è quella di coloro che per ogni compleanno (specialmente il diciottessimo) ricordano ogni giorno al festeggiato con un countdown l’incombenza della fatidica data. Foragabbu.
  1. POETI: questi elementi, del tipo blogger, pubblicano quotidianamente stories e post in cui fanno la qualunque; la loro peculiarità consiste nell’accompagnare ogni immagine con descrizioni poetiche, auliche ed idilliache. Esempio: Gioforchio va a comprare un cono gelato e mentre lo mangia scatta una foto della sua mano insudiciata che regge il prelibato dolce quasi del tutto consumato. Gioforchio, forse sopravvalutando le proprie competenze fotografiche, reputa il suo scatto bello a tal punto da provare l’impellente necessità di condividerlo con tutti i suoi fans sul suo profilo Instagram. Ma, d’artista a tutto tondo qual è, Gioforchio sa che la propria opera figurativa deve essere necessariamente accompagnata da una didascalia di pari livello artistico. Ecco che allora il nostro amico aprirà il suo browser e digiterà fieramente “FRASI AMICIZIA GELATO”: sentendosi indeciso tra un aforisma di Oscar Wilde e uno spezzone della celeberrima canzone di Pupo, opterà per il classico “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”. Non sempre finisce così, i più impavidi poeti arrivano a dilettarsi anche nella stesura di versi inediti, con risultati censurabili. Foragabbu.
  2. PHOTOGRAPHER – PH: Sono quelli che le foto più belle le scattano per gli altri: si riconoscono facilmente perché se ne escono nei commenti con il solito “Tutto merito del fotografo” se non vengono esplicitamente taggati. Sfoggiano lo stesso orgoglio con cui un fotografo (vero) si vanterebbe per essere finito su Vanity Fair. Se la fanno elemosinando follower dalla mattina alla sera e la descrizione della loro bio è in genere “PER INFO DIRECT”.
  3. INFLUENZZER: Siamo arrivati alla creme de la creme, il top del top, il non plus ultra della vanteria, la punta di un iceberg fatto di selfie, maschere e filtri. Immedesimandosi in un Fedez o in una Ferragni, pubblicano 37 stories e 4 post ogni giorno per raccontarci dettagliatamente la loro interessantissima giornata da veri principi e principesse di instagram. Sì, sono proprio loro quelli che pubblicano foto dall’ospedale per far preoccupare inutilmente i loro fans, quando in realtà vi sono andati solo per fare il richiamo di un vaccino. I più accaniti posseggono le caratteristiche di tutte le altre categorie messe insieme, ad eccezione degli instangrammer. Foragabbu.

Luca Matteo Rodinò
Giuseppe Galluzzo

Cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: