Le nuove pergamene 2.0: ecco l’idea

di L'Obbiettivo

Negli ultimi anni qualunque azienda che si occupi di creare schermi, dalla telefonia ai televisori, ha avuto come obiettivo la creazione di dispositivi con sempre meno bordo e sempre più schermo. Come ad esempio si può vedere con le TV OLED o con i nuovi iPhone XS. Ma si sa che il classico va sempre di moda e cosa c’è di più classico di una pergamena? Sarà stato questo quello che hanno pensato al Human Media Lab della Queen’s University, creando così una pergamena digitale srotolabile. Lo schermo è un 7,5″ ad alta risoluzione e il corpo centrale del dispositivo, prodotto da stampa in 3D, contiene il processore, la RAM, le schede per la connettività, la batteria e tutto ciò che serve a questo papiro digitale per funzionare. Basta un gesto per srotolare il display e avere così a disposizione uno schermo piatto e ultrasottile, da usare come quello di un normale tablet, con due rotelle ai lati del cilindro che permettono di scorrere i contenuti visualizzati. MagicScroll, questo il nome del dispositivo, a differenza di un tablet convenzionale delle stesse dimensioni può essere maneggiato con una sola mano e poi riposto in tasca senza problemi.

MagicScroll può fare da telefono e da registratore vocale, ma la sua forma e la modalità di interazione con le informazioni lo rendono ideale per la fruizione di contenuti dai social network, è dotato anche di una piccola fotocamera che permette di controllarlo con i gesti. La data di commercializzazione è però ancora molto lontana: il prossimo obiettivo sarà quello di racchiudere il tutto in un cilindro non più grande di una comune penna.