Gerace, tutti gli artisti del Borgo Incantato 2018: tra tradizione locale e influenze straniere, ecco cosa vedremo2 min

di L'Obbiettivo

“Vorrei un festival tradizionalmente innovativo, movimentato ma al contempo tranquillo, che sappia coniugare la mia voglia di divertimento e golosità”. «Oh, ma non esiste un festival così, possa un trampoliere vestito da gabbiano piombarmi addosso se non è vero!». Il finale della famosa reclame, riadattata adeguatamente, lo conosciamo tutti.

Trampoliere vestito da gabbiano

Il countdown è finito anche quest’anno, da stasera per i prossimi due giorni (26, 27, 28 luglio) sarà solo spettacolo, per strada e a tavola. Artisti e cibo di strada sono pronti a soddisfare gli occhi e i palati delle migliaia di persone che anche quest’anno si catapulteranno a Gerace per la nuova edizione estiva de “Il Borgo Incantato”, dopo il grande successo che lo stesso festival ha riscosso nella sua prima edizione invernale.

Quest’anno il repertorio di artisti che si esibirà nelle piazze e per le strade di uno dei Borghi più belli d’Italia è davvero vario e di qualità. Conosceremo “La Compagnia dei Folli” famosi per i loro spettacoli di luce e fuoco, con palloni volanti, effetti luminosi, proiezioni su farfalle e su sfere trasparenti. Ci muoveremo tra i diavoli, gli zombie e i trampolieri del “Piccolo nuovo Teatro”, che si riverseranno per la strada tra fumi colorati ed effetti pirici mossi dal ritmo incessante delle percussioni.

Assaporeremo il dolce retrogusto del divertimento misto a suspense con Mistral, acrobata al limite della pazzia così come gli equilibristi Quinto e Martina Italiano, per poi perdere letteralmente il fiato nell’assistere ad uno spettacolo del Guinnes World Record 2016, Mister David, da molti definito l’Houdinì del circo, che è pronto a stupirci con numeri di magia ed escapologia estrema. Ci tufferemo in un mare di risate con i “Circo Pacco” e Peppino Marabita, mentre gli irreprensibili Nando e Maila con il loro “Sconcerto d’amore” dimostreranno di essere abilissimi nel saper coniugare un’innata comicità ad un naturale amore per la musica e …i salti mortali!

Spazio, come sempre, anche alla musica, con una stragrande varietà di generi diversi: si va dal country blues e l’early swing proposto dai “No funny Stuff”, al jazz dell’Euroband di Altamura, passando per i tamburi giapponesi dei “KyoShinDo” e finire con la musica “bandeggiante” offerta dalla “Girlesque Street Band”, l’unica banda interamente al femminile presente in Italia. A fine serata c’è sempre tempo per un po’ di tarantella, e Giuseppe Gatto sa suonarne una davvero molto particolare…

Vedere per credere dunque, non resta altro da fare che salire a Gerace e godersi una splendida serata tra storia, arte, spettacolo, gastronomia locale e tanto divertimento!

Giuseppe Galluzzo

Condividi: